-

Il made in Italy che fa cultura

 

Elogio dell’essenziale

La primavera/estate 2024 è stata definita dagli addetti ai lavori la “stagione della normalità” o della “semplicità” includendo anche le proposte di Parigi che di solito osano di più. Invece, le capitali della moda hanno ribadito la virata verso un diffuso quiet luxury che ormai vuol dire sottrarre più che aggiungere, semplificare più che sovrascrivere. Certo, non significa che regni il minimalismo o l’understatement, perchè sulle passerelle e nelle collezioni si sono viste tante trasparenze, luccichii, tagli sexy, lavorazioni sorprendenti frutto di abilità artigiana, ma in generale c’è voglia di una nuova sobrietà. Insomma, meno colpi di scena e più concretezza, per istigare la voglia di toccare i tessuti, gli abiti, apprezzare le lavorazioni e i dettagli. Questo vale anche per le calzature che riportano sotto i riflettori gli archetipi della tradizione manifatturiera: ballerine, bebé, mocassini, dècolleté e sandali che spaziano dal flat all’alto, ma con l’insistenza del kitten heel, quella misura di tacco che assicura una camminata fluida e una calzata più confortevole.

Naturalmente, l’estetica non indugia alla banalità, ma la ricchezza delle calzature per la prossima stagione è da cercare nei materiali, dai più raffinati a quelli rustici, nei tacchi che spesso diventano delle piccole sculture o nelle platform in materiali naturali, nelle lavorazioni della tomaia che rimandano al know-how delle aziende e alla manualità degli intrecci e delle cuciture, evidenziando anche le imperfezioni, perché spesso “imperfetto è bello e autentico”. Già da un paio di stagioni mancano sulle passerelle le sneaker, seppure queste siano sempre le più amate dalla Z gen e terreno continuo di sperimentazione. La ricerca oggi però guarda a nuove frontiere che sono quelle della sostenibilità e dell’attenzione all’ambiente, prerogative ormai di ogni tipo di calzatura e non solo della sfera ginnica. Quindi materiali di riuso e di riciclo, pellami conciati al naturale, ibridazioni di forme e modelli che pescano da mondi diversi. 

Tendenze evidenziate anche da Livetrend nel servizio esclusivo della Buyer Guide SS24 offerto da MICAM per fornire ai buyer indicazioni affidabili sui trend stagionali basati sui dati, attraverso l’analisi di milioni di immagini provenienti dal web e algoritmi specificamente sviluppati

Flat: ballerine, Mary Jane e mocassini

Una miriade di modelli rasoterra, che non si vedevano in così tante varianti come per la primavera/estate 2024. Ballerine a punta e babbucce morbide (che Livetrend dà in costante crescita) in pellami duttili, rete, materiali grezzi, Mary Jane multifibbia (secondo Livetrend in salita), o con fiocchetto (come da Versace), sandali con fibbie (per Livetrend un prodotto continuativo e con successo commerciale confermato) e mocassini sia con suola in cuoio o chunky (anche questi trend stabili) con o senza nappine. Il mocassino più nuovo è sicuramente quello di Gucci con maxi platform uniforme. 

previous arrow
Maria Luca
Fabio Rusconi
Charles Philip Milano
Dada Studio Firenze
Sutorius
Premiata
Pollini
Brunate
Frau
Calpierre
4US
Baldinini
Green George
next arrow
 

Altezze: tacchi kitten, stiletto e plateau

Tra i tacchi grande ritorno del kitten heel (Prada, Antonio Marras), dall’altezza media e spesso leggermente a rocchetto: compare sui sandali con micro cinturini, sulle mule, sui sabot. Più grosso sorregge sottili plateau nei sandali (un modello su cui investire secondo Livetrend). Difficile però rinunciare alle altezze vertiginose per la sera o la cerimonia, dove i tacchi possono diventare vere e proprie sculture: ecco quindi décolleté e slingback a punta in materiali luccicanti o riflettenti (un modello con grande potenzialità commerciale secondo Livetrend) o con tomaia in vinile, anch’esso fra i must-have. E poi ci sono le mule con wedge e i sandali con alto plateau e tacco grosso (che Livetrend identifica come modelli accertati e stabili). Se le calzature minimal e dal design pulito sono quelle più viste sulle passerelle, non sono mancate le decorazioni di maxi fiori (Lanvin) e fiocchi (Vuitton). 

previous arrow
Charles Philip Milano
Alchimia
Luciano Padovan
Baldinini
Antonio Riva Milano
Mariano Fabiani
Pollini
Fabio Rusconi
Sebastian Milano
Gianni Renzi
next arrow
 

Cinturini: gladiatore, lacci, listini 

Sia flat che high, le calzature con lacci e listini continuano a conquistare stilisti e brand: piatte e da gladiatore fino al ginocchio (Dior), modelli con allacciature a corsetto (che Livetrend identifica come un trend forte), sandali con cinturini minimal che lasciano il piede nudo (Jil Sander), infradito con micro cinturini, sandali annodati (su cui puntare secondo Livetrend), lacci che avvolgono le caviglie (Bottega Veneta, Missoni) o sottili cavigliere di metallo (Fendi).

previous arrow
Jimmy Choo
Santoni
Luciano Padovan
Rodo
Pollini
Mario Valentino
Vivetta
Luciano Barachini
Tesorone
next arrow
 

Stay tuned on MICAM Mag ! Il prossimo giovedì sarà dedicato ai trend uomo primavera estate 2024.