Makers-

Chi fabbrica il futuro, oggi

 

Giovani marchi crescono: HOOP

Mettersi in gioco e darsi da fare per realizzare i propri sogni, anche correndo qualche rischio: da questa call to action nasce il marchio HOOP, creato nel 2021 da Riccardo Chiacchiera ed Emanuele Formentini, due giovani marchigiani che hanno sempre lavorato nel campo delle calzature come designer e tecnici per noti e importanti marchi.

Nel nome stesso è racchiusa la mission che i due fondatori intendono perseguire. “Il marchio HO’OP deriva dalla parola “Ho’oponopono”, – spiegano – slang hawaiano ispirato da un mantra che invita e incita le persone a muoversi, a darsi da fare, a tirare fuori il meglio di sé. È un modo ottimista e stimolante di guardare la vita”. E la sneaker vuole essere la calzatura giusta per esprimere la propria personalità e stile di vita. 

La prima collezione, composta da sei stili diversi, è stata commercializzata solo attraverso i social media e l’e-commerce, muovendo così i primi passi in questo nuovo mondo e raccogliendo feedback per passare poi anche alla distribuzione al dettaglio.

Nel 2023 Riccardo ed Emanuele costituiscono la società Shoehub, dando al marchio HO’OP un’altra dimensione: arriva un ufficio PR per la comunicazione e viene allestito un ufficio commerciale in outsourcing. Ad oggi HO’OP conta otto agenti sul territorio italiano, uno in Francia, uno in Belgio e uno per i paesi balcanici.  La collezione per la primavera/estate 2025 è composta dalla riedizione in chiave estiva dei modelli Start e Rewind e dalla nuova calzatura Mantra, ma la prerogativa del brand resta sempre quella di proporre una scarpa contemporanea, comoda e di qualità, con scelte cromatiche accese oppure più sobrie. Start incarna l’inizio del progetto con un look retro anni Ottanta, tomaia in nappa o in denim lavato e inserti in nappa o scamosciato, suola a cassetta in gomma light, infilature in spago laterali e logo in stampa digitale; è proposta anche nella variante in pelle riciclata ByPell. Il modello Rewind è un tributo allo stile anni Novanta, caratterizzato dalle impunture che corrono sul lato esterno della tomaia proposta in morbida nappa con inserti colorati. Mantra è l’ultima arrivata in risposta alla filosofia del brand: design snello e lineare, tomaia in nappa o in nylon colorato, inserti in nappa, logo stampato in digitale, infilature al centro e suola in gomma light. Dall’ultima stagione la produzione è stata spostata all’estero per facilitare i negozi con un prezzo più accattivante, pur mantenendo tutti i materiali di produzione italiana.

previous arrow
next arrow
 

Prossimo appuntamento con Diadora utility che ha vinto il Compasso D’Oro