I retail di moda contemporanea e streetwear più interessanti a Parigi e Milano

Il mondo del retail, come abbiamo osservato in queste settimane anche sulle pagine di MICAM Mag, sta cambiando. E non solo a causa del progresso tecnologico, ma anche rispetto a una trasformazione più profonda che i punti vendita stanno mettendo in atto già da qualche anno.
Il negozio sta perdendo la semplice connotazione di mero luogo di acquisto dei vari prodotti, ma allarga il suo perimetro a diverse altre funzioni e diventa anche fonte di intrattenimento, di informazione, di cultura, di svago, di divertimento e di conversazione.
Gli store cominciano infatti a ospitare anche opere d’arte, mostre temporanee, eventi, concerti, workshop ma anche librerie e accoglienti caffetterie. Il cliente, tra un acquisto e l’altro, può passare del tempo di qualità, in compagnia della famiglia e degli amici.
Kim Mannino, director of trend services in WGSN, (Worth Global Style Network), una delle più importanti agenzie di trend forecasting che fornisce report sulle tendenze più attuali a migliaia di case di moda, ha preso in esame alcuni di questi specifici store in tutto il mondo. Durante una presentazione a MICAM Milano, Mannino ha mostrato quanto il concetto di semplice punto vendita si sia esteso, raggiungendo vette mai viste prima. Partiremo oggi nel nostro viaggio intorno al mondo del retail prendendo in esame gli store di Parigi e Milano.

Palm Angels Parigi
Nato nel 2011 come progetto fotografico dell’art director e fotografo Francesco Ragazzi per raccontare la scena skater di Los Angeles, Palm Angels diventa poi un “coffee table book” edito da Rizzoli, prima di evolvere nel brand di streetwear cult di oggi. L’espansione globale è una priorità del brand per soddisfare la sua fan base in rapida crescita, e l’ultimo avamposto ha recentemente aperto in Rue Saint-Honoré, la via dello shopping esclusivo di Parigi.
I due piani del negozio mischiano dettagli chic contemporanei con accenti giocosi, e qui trova spazio anche un fiorista che collabora con lo studio di design botanico The Humid House, offrendo una selezione di composizioni floreali colorate, piante e vasi. Il negozio vende capi e accessori maschili e femminili, poi borse, scarpe, gioielli e occhiali, così come alcuni articoli per bambini.

Lemaire Parigi
Dopo quasi 17 anni in rue Poitou, Lemaire ha trasferito il suo flagship store in una nuova e più grande sede nel quartiere Marais di Parigi. Lo spazio commerciale occupa 3.660 mq. al piano terra di un edificio residenziale del 19 º secolo. L’interno del negozio, interamente creato dal team di design interno di Lemaire, vede una tavolozza di colori tenui, con pareti bianche immacolate e pavimenti di piastrelle marocchine Bejmat, realizzati utilizzando un’antica tecnica artigianale praticata nella città di Fez. Alle pareti, tappetini Abaca intrecciati a mano ed elementi in cemento con un fascino brutalista. Infissi in metallo nero, pilastri, e soprattutto, un lucernario spettacolare che si libra sul patio: l’estetica sofisticata dei direttori creativi di Lemaire, Christophe Lemaire e Sarah-Linh Tran, è ulteriormente evidenziata da una serie di accenti decorativi, come i mobili scelti dal designer modernista italiano Enzo Mari. Inoltre, i prodotti in pelle, le scarpe e i gioielli del marchio sono presentati su ceramica di Apparatu, uno studio a conduzione familiare di Barcellona. L’attenzione e il legame del marchio con le persone e le culture di tutto il pianeta è evidenziata da una rotazione di mostre d’arte che si tiene nei locali, a partire da Noviadi Angkasapura. Il nuovo flagship store Lemaire propone una gamma di abbigliamento uomo e donna, accessori, borse, scarpe, piccola pelletteria e gioielli. 

END Milano
Creato nel 2005 da Christiaan Ashworth e John Parker, il multibrand END è stato ideato per rivelare la passione condivisa per la moda, il design, l’arte e la musica dei due fondatori. La visione collettiva è stata quella di far convergere qui nomi di fama mondiale, designer emergenti e brand provenienti da tutti gli angoli del globo in un luogo fisico: END è ora, infatti, una delle principali destinazioni per gli appassionati di moda, sneaker e design, offrendo alla sua comunità globale esperienze uniche attraverso concept store fisici e touchpoint digitali. END ha lo scopo di ispirare ed educare la sua comunità attraverso la moda, il design, l’arte e la musica. Che si tratti di editoriali digitali o racconti stimolanti, collaborazioni o workshop in-store ed eventi live, END vuole guidare la cultura, la conversazione e il cambiamento.

Giovedì prossimo scopri gli store di streetwear più interessanti In Danimarca e Germania!