Ideas-

L’innovazione tecnologica che conta davvero

 

Innomake, le scarpe intelligenti che aiutano i ciechi a camminare in autonomia e senza rischi

Chi è ipovedente sa che la città e le sue strade possono essere una vera miniera di pericoli: buche, automobilisti o ciclisti distratti, ostacoli di ogni tipo, pavimentazione irregolare, pali e lampioni… Quella che per un normodotato può essere una normale (e magari anche rilassante) passeggiata, per chi non vede o vede male può diventare un vero incubo. 

Ma a cosa dovrebbe servire davvero la tecnologia se non a semplificare e agevolare la vita delle persone? Questo deve aver pensato la startup austriaca Tec-Innovation di Vienna, la quale, in collaborazione con l’Università di Graz, sta creando delle calzature che aiutino ciechi e anziani a muoversi agevolmente in strada e in totale autonomia, evitando rischi e pericoli. Grazie alla tecnologia InnoMake, che utilizza sensori a ultrasuoni montati tra suola e tomaia, gli utenti non vedenti sono avvertiti degli eventuali ostacoli sul loro percorso. A breve, inoltre, questa tecnologia potrebbe essere integrata e perfezionata grazie a una fotocamera integrata, che aiuterà l’utente a qualificare la tipologia di ostacolo, segnalando se è qualcosa che va scavalcato (come un muretto, un gradino o un sasso), va aggirato (come una buca) o va evitato totalmente (come un palo della luce). 

Esattamente come se fosse un segnale radar (e come fanno i pipistrelli), la scarpa fa partire degli impulsi a ultrasuoni, ricevendo in risposta gli echi di quegli impulsi dagli oggetti che si trovano davanti, rilevandoli e segnalando la loro presenza con vibrazioni all’interno delle scarpe e, tramite una app, anche con segnali acustici e luminosi. 

Non c’è rischio che i supporti, posizionati davanti alle scarpe, vengano danneggiati da qualche “botta” che potrebbero prendere durante la deambulazione: sono contenuti in due box protettive molto solide, che resistono all’acqua e alla polvere. Anche l’autonomia della batteria consente un utilizzo duraturo: se caricata correttamente, resta attiva fino a una settimana di utilizzo. È inoltre possibile ricaricare completamente InnoMake in sole tre ore con il cavo Micro-USB in dotazione.

E mentre il team di InnoMake lavora alacremente per fornire una scarpa sempre più performante e sicura, un modello è già disponibile sul mercato al prezzo di € 3.200 al paio.

Scopri i 4 brand dell’area Future of Retail