-

Il made in Italy che fa cultura

 

La Sneaker vince per comfort e versatilità

Stilisti e brand da qualche stagione le tengono lontane dai riflettori delle passerelle, eppure nella quotidianità e nei weekend sono ancora le più indossate e non solo dalla gen Z, ma dagli addetti ai lavori della moda e dagli influencer. Complici la versatilità, la trasversalità d’uso e il comfort, le sneaker sono ormai radicate nella cultura e nelle abitudini di un vasto pubblico. Inevitabile la loro presenza in ogni collezione di calzature, anche di quelle aziende che non hanno le sneaker come loro core business, distinguendole per la costruzione e la cura dei dettagli, che prendono a prestito dalle scarpe formali.  

Per l’autunno-inverno 24/25 l’uomo potrà contare ancora su un’ampia gamma di modelli, dall’allure vintage alle forme più aggressive, dal monocolore al mix di materiali e tonalità contrastanti. Per assecondare il desiderio di quiet luxury o di un abbigliamento più casual.

Philippe Model Paris
 

Così il brand Bikkembergs propone il nuovo modello di stagione, la “Aperture Sneaker”, uno sviluppo sportivo degli iconici stivali in pelle Met Hole del marchio con il foro nella suola attraverso il quale passano i lacci. Ispirazione basket e tocchi di colore fluo caratterizzano le nuove ginniche invernali. 

Per D.A.T.E. la protagonista della collezione è SN’23, una calzatura con battistrada in gomma, per aderire su ogni superficie, e Phylon per una perfetta ammortizzazione, soletta interna rialzata e tomaia in pelle e tessuto tecnico.

Flower Mountain si allea con Barbour per presentare una capsule di sneaker che combina il modello tecnico e funzionale Back Country, segno distintivo del marchio nipponico, con il nylon cerato impermeabile preso in prestito dalle giacche del brand inglese. 

Monoway presenta modelli dal design pulito e dai trattamenti stone washed e used, all’insegna della leggerezza grazie alle suole in Eva Light. 

Eleventy amplia l’offerta di calzature con le running in una palette di colori neutri, propri della linea di abbigliamento, tomaie bimateriche in tessuto e pelle o suede per modelli raffinati e senza tempo. Philippe Model Paris, sotto la visione creativa del finlandese Tuomas Merikoski, si appella a una versione postmoderna del classico con sneaker genderless colorate e dalle forme arrotondate.

previous arrow
Monoway
La capsule Flower Mountain e Barbour
Eleventy
D.A.T.E.
Voile Blanche
next arrow
 

Nella prossima uscita le scarpe bimbo per l’AI 2425