-

Il made in Italy che fa cultura

 

Roberto Festa: made in Italy 4.0

Il brand nasce nel 2008 dal knowhow tramandato dalla famiglia di Roberto Festa, oggi titolare e direttore creativo dell’azienda che mantiene le radici a Napoli, ma la vocazione internazionale e l’ambizione di nuovi progetti retail.  

Roberto Festa è consapevole del mutamento che sta vivendo il settore calzaturiero, alle prese con i problemi della formazione dei giovani e della transizione digitale. “Oggi in azienda è importante mixare l’esperienza del passato, che si basa sui valori dell’artigianalità e della qualità, con la conoscenza dei giovani, quindi tecnologia, design, innovazione e passione. Questi elementi contribuiscono a rendere il progetto aziendale più forte”. Gli stessi che si riflettono anche nella collezione per l’autunno-inverno 24/25, presentata a MICAM. “E’ una alchimia di design e stile, quindi femminilità miscelata alla contemporaneità, – spiega Festa – che è quello che vuole la donna oggi. Anche i modelli della tradizione sono filtrati attraverso nuovi materiali e tecnologie innovativi, per un made in Italy 4.0”. 

Il brand ha aperto a Milano nel 2018 la boutique/showroom di Corso Venezia e uno store a Belgrado, ma le aperture retail proseguono con nuovi negozi. “Tra fine 2024 e inizio prossimo anno, a seguito di un progetto avviato con partner locali, apriremo a Shanghai e Dubai con un format di negozi proiettati al futuro nel design, conservando però il sapore del made in Italy nell’impiego di materiali come il marmo e il travertino”. Al di là di queste aperture, il mercato principale per l’azienda rimane quello europeo, seppure negli ultimi due anni il brand sia cresciuto con successo negli Stati Uniti. “In mercati più complicati come Cina e Middle Est l’introduzione non può prescindere da partner locali, che ci aiutano a crescere in modo più performante”, specifica il manager.  Per quanto riguarda i canali digitali, l’azienda collabora con Filoblu, affidandosi però all’interno a figure giovani con competenze di digitalizzazione e social media. 

Per saperne di più, ascolta la video intervista a Roberto Festa. 

La prossima volta vi portiamo alle sfilate DONNA AI24/25 per i trend delle calzature