Stati Uniti, i retail di moda contemporanea e streetwear più interessanti a Pittsburgh e Los Angeles

Non più semplici negozi ma veri e propri spazi multifunzionali dove acquistare capi ma anche leggere, visitare mostre o fare sport. Gli store da qualche anno hanno cominciato infatti a ospitare anche opere d’arte, mostre temporanee, eventi, concerti, workshop ma anche librerie e caffetterie. E – perché no – persino skate park. Il cliente, tra un acquisto e l’altro, può passare del tempo di qualità, divertendosi in compagnia della famiglia e degli amici.
Kim Mannino, director of trend services in WGSN, (Worth Global Style Network), una delle più importanti agenzie di trend forecasting che fornisce report sulle tendenze più attuali a migliaia di case di moda, ha preso in esame alcuni di questi specifici store in tutto il mondo. Durante una presentazione a MICAM Milano, Mannino ha mostrato quanto il concetto di semplice punto vendita si sia esteso. Dopo aver esaminato gli store di Parigi, Milano, New York, Chicago e Miami, ci spostiamo oggi a Pittsburgh e Los Angeles, sempre negli Stati Uniti, alla ricerca di altri punti vendita cool e interessanti.

TONS Pittsburgh
TONS è uno store ed e-commerce di Pittsburgh, che porta il concetto di vendita al dettaglio oltre i confini tradizionali. I suoi interni sono stati creati da NWDS, un team interdisciplinare fondato nel 2013 e che comprende architetti, designer, curatori e ricercatori provenienti da città di tutto il mondo, come Tbilisi, Parigi, Berlino, Yerevan, Lisbona e Dubai. Mescolando capi di alta moda con libri, vinili e un reparto beauty, TONS offre uno stile di vita piuttosto che solo un’esperienza di shopping. Con il supporto degli appassionati di moda locale e della stessa squadra NFL di Pittsburgh, gli Steelers, TONS sta rapidamente emergendo sia nella scena della moda locale che globale. Da TONS tutti possono trovare qualcosa di interessante, che si tratti di un piccolo trattamento di bellezza o di un vestito per una festa. Qui è possibile non solo esplorare ma anche definire il proprio stile personale grazie a un assortimento di alcuni dei brand di lusso più noti al mondo, come Acne Studios, Mugler, Rick Owens, Marni, Jil Sander, Maison Margiela, Dries van Noten e Yohji Yamamoto. Ma ci sono anche marchi contemporanei, come Enfants Riches Déprimés, Mihara Yasuhiro, Coperni, Who Decides War, Needles Japan, Marine Serre e Rhude.
Per quanto riguarda il mondo del beauty, TONS rappresenta esclusivamente i brand di bellezza Aesop (marchio australiano di cosmetici di lusso che produce prodotti per la cura della pelle, dei capelli e fragranze) e Byredo (marchio di profumi di nicchia svedese fondato nel 2006 dal designer di origine indiana Ben Gorham), in modo che i clienti possano abbracciare l’intera esperienza TONS. L’interno, molto spazioso e luminoso, è stato progettato per essere uno spazio accogliente per trascorrerci del tempo, al di là del mero aspetto commerciale. Al primo piano c’è una sala dedicata ai designer più noti, con la possibilità, per i clienti, di gustare anche un bicchiere di Veuve Clicquot durante lo shopping. Al piano superiore c’è uno spazio sociale multifunzionale, dove una serie di eventi dal vivo, proiezioni di film e altre attività invitano i clienti a far parte della comunità TONS, condividendo idee tra moda, arte e cultura. C’è anche uno studio fotografico, dove il brand crea e ambienta il proprio catalogo per il sito web e l’e-commerce.

SUPREME Los Angeles
Il nuovo flagship store di Supreme nel quartiere di West Hollywood a Los Angeles – nell’edificio che una volta era la sede del famosissimo negozio di dischi Tower Records – è una sorta di “scatola bianca” di 800 metri quadrati che ospita persino una pista per skaters e sfoggia il classico logo rosso sulla facciata. Gli scaffali per l’abbigliamento sono posizionati sul lato sinistro del negozio, con tute e felpe, mentre la parete posteriore è dedicata a T-shirt e cappellini.
Il negozio, 790 metri quadrati disposti su un solo piano, è stato progettato dallo studio di interni di Londra The Wilson Brothers e dall’architetto di New York Neil Logan. Steve Badgett, di SIMPARCH, un collettivo del New Mexico, ha invece progettato la pista per skater, in legno e completamente sospesa – tanto che sembra fluttuare nell’aria – con tre diverse profondità, vero paradiso per gli skater di Los Angeles.
Sul pavimento in cemento lucido sono state posizionate panchine in arenaria per ricordare il Santa Monica Sand Gaps, un famoso skatespot di Los Angeles, mentre una Formula 1 a grandezza naturale di Mark Gonzales è stata parcheggiata al centro della stanza e in una delle pareti è presente un murales di Josh Smith. Completano lo stile streetwear le installazioni artistiche dello skateboarder e artista professionista americano Mark “Gonz” Gonzales, ma anche di Nate Lowman, Josh Smith, Fuck This Life e Neckface, rendendo il negozio un vero e proprio museo da “instagrammare” a più non posso. Infine, una parete gigante ripercorre la storia del brand Supreme attraverso una serie di fotografie, come una vera e propria mostra fotografica.

Vuoi scoprire altri negozi streetwear e di moda contemporanea anche in Oriente? Torna a leggerci anche giovedì prossimo!