-

Il made in Italy che fa cultura

 

Wedding shoes: non solo classico per lei e per lui

Versatilità è il fil rouge che accomuna i protagonisti del giorno del sì, e mai potrebbe essere più vero per le calzature che si scelgono pensando anche ad altre occasioni d’uso. L’abito stesso per il matrimonio, ovviamente per la sposa, piace di più se si può trasformare, magari da lungo a corto in virtù di sotto o sopragonna, per essere usato sia durante la cerimonio che per l’after party. Quindi abiti che si estendono o si abbreviano negli orli, tessuti a contrasto dove quelli più corposi si dissolvono in trasparenze grazie agli intarsi di tulle, alle organze, agli chiffon. E poi ancora pizzi, ricami e decori, come hanno evidenziato le proposte per il 2025 presentate a Si Sposa Italia Collezioni a Milano lo scorso aprile.  Anche l’uomo passa con disinvoltura dal super formale al fantasioso e proprio un tocco di estro può arrivare dalle calzature che possono non essere più e solo nere e stringate. 

Collettiva Made in Sicily
 

Per lei la tradizione si rinnova 

Le calzature possono aggiungere un tocco di colore al total white dell’abito. Anche i tacchi, non così alti come in passato e meno sorretti dal plateau, diventano un elemento importante per accessori che devono essere indossati tutta la giornata.  Ad esempio, il brand spagnolo Chie Mihara ha una linea dedicata alla sposa, ma con modelli che si allontanano dalla tradizione: sandali e scarpe bianche con il cinturino dal tacco grosso e comodo, allure romantica ma con fiori in pelle anche in colore a contrasto come il rosso, tonalità proposta per i sandali da indossare sotto l’abito per la cerimonia. Il calzaturificio Francesco propone slingback (il modello più richiesto oggi) e sandali con tocchi romantici e vintage di piume e perle, ed effetti nudo per l’utilizzo di rete e pizzo. Fra i colori soprattutto bianco, ma anche rosa gold. E per il dopo cerimonia sono perfette le infradito-gioiello. Che l’after party sia importante quanto la cerimonia, anche quella alternativa da celebrare in spiaggia o in campagna, lo dimostra il moltiplicarsi di modelli informali come le sneaker bianche e le ciabattine. Un esempio è il brand L.A Water, acronimo di Los Angeles Water con logo che richiama i tombini della città americana, che propone sandali in gomma con battistrada studiato per impedire il distacco della suola dalla tomaia, grafiche esclusive, infradito con strass, perle e fiori in vetro trasparente.  

previous arrow
Chie Mihara
Calzaturificio Francesco
Calzaturificio Francesco
Calzaturificio Francesco
L.A. WATER
L.A. WATER
next arrow
 

Per lui classico rivisitato 

Modelli e colori che si allontanano dai canoni tradizionali del matrimonio e che pensano anche all’after party. Così, Morgan Milano viene incontro alle esigenze più attuali con sabot in suede o in vernice blu, slipon in rosa, burgundy o bluette, realizzati anche nel tessuto dell’abito, mocassini in materiale tecnico nero ma con fascetta rosa, sneaker in vernice blu o in suede. Sul fronte del classico propone oxfort e derby, ma osa con il guardolo in alluminio. 

Calzoleria Marini conferma che la sneaker in vernice blu è diventata una tendenza anche per i riti informali, accanto ai mocassini nei colori chiari o alle slipper in vitello verniciato dai bagliori dorati. Per le calzature classiche il colore top è il blu in varie nuance, ma il più nuovo è il verde sfumato che l’azienda propone sulla vernice per le stringate e i mocassini con i morsetti. 

previous arrow
Calzoleria Marini
Calzoleria Marini
Calzoleria Marini
Morgan Milano
Morgan Milano
next arrow
 

Il prossimo giovedì vi parliamo del brand Made in Italy Alevì Milano